La vita da mamma diventa più semplice se si sceglie di essere green

mamma_green

A stilare il decalogo della eco mamma è Silvana Santo, giornalista ambientale e mamma di Davide e Flavia, e ideatrice del blog unamammagreen.com.

Dal riciclo al biologico, sono dieci i consigli da fare tesoro:

  1. Non esagerare:

La tentazione di assicurare al nuovo arrivato “tutto il meglio possibile” è forte e comprensibile, ma i bambini non hanno bisogno di troppe cose. Anche perché crescono molto più in fretta di quanto si possa pensare.

  1. Allattare al seno:

Il latte materno non è il solo l’alimento ideale per un bimbo, ma anche l’opzione più ecologica: niente packaging, conservazione infinita e chilometri zero.

 

3. Riciclare:

Riutilizzare carrozzina, culla, giocattoli e abiti appartenuti a fratelli più grandi, cugini ed amichetti permette di allungare il ciclo di vita dei prodotti, riducendo l’uso di materie prime e la produzione di rifiuti. E di risparmiare un sacco di soldi, ovviamente.

 

  1. Homemade:

Produrre in casa il più possibile (cibo, indumenti, ma anche giocattoli e altro) è un ottimo sistema per limitare l’impatto ambientale, riducendo imballaggi, spreco di materiali ed energia necessaria per il trasporto.

 

  1. Scegliere il biologico:

Bio significa zero pesticidi e concimi di sintesi, quindi meno inquinamento e più salute. Vale in primis per gli alimenti, ma anche per le fibre tessili (cotone, canapa, bambù etc).

 

  1. Prediligere i materiali naturali:

La plastica è ovunque, ma quando è possibile opta per materiali naturali come carta, legno, cotone, lino, etc.

 

  1. Imparare a leggere le etichette di cosmetici e detergenti:

Con l’aiuto del Biodizionario online (www.biodizionario.it) potrai individuare i prodotti privi di ingredienti nemici dell’ambiente e potenzialmente tossici, aggressivi o allergizzanti.

 

  1. Sì ai prodotti locali:

Il consumo di prodotti italiani, meglio ancora se a chilometri zero, riduce l’impatto ambientale del confezionamento, del trasporto e della conservazione.

 

  1. Stare all’aria aperta e insieme agli animali:

Il contatto regolare con la natura favorisce salute e benessere psicologico di grandi e piccini. È divertente, educa alla conoscenza e al rispetto dell’ambiente ed è gratuito. Gli animali rappresentano per i bambini i compagni di gioco ideali: fedeli, stimolanti e affettuosi.

 

  1. Non esagerare con l’igiene:

L’abuso di disinfettanti, detergenti e additivi può causare allergie e dermatiti, oltre ad aggravare l’inquinamento delle acque. Vivere in un ambiente pulito è importante, ma i bambini hanno bisogno di esercitare il proprio sistema immunitario, un ambiente asettico non sarebbe salutare.

Maria Avitabile