Imparare dagli errori commessi è fondamentale per andare avanti. Meglio se gli errori li hanno fatti gli altri!

autopsy.io

autopsy.io

Deve essere stato questo lo spirito con il quale Matthew Davies e Maryam Mazraei hanno creato il portale Autopsy.io, il sito che raccoglie tutti i fallimenti delle start up mondiali.

Raccontare le storie dei fallimenti altrui, analizzandone in maniera puntuale le debolezze oppure gli errori strategici, può essere d’aiuto per tutti coloro che stanno decidendo di investire su se stessi.

Autopsy.io è un vero e proprio prontuario di tutto ciò che non si deve fare se si vuole sfondare nel mondo “tech”.

I numeri parlano chiaro. Il 90% delle start up muore entro tre anni dalla costituzione. Le cause  sono quasi sempre dovute  “all’incapacità di adattarsi al mercato, oppure, come molti confessano, di aver creato un prodotto senza mercato – dichiara Niral Patel marketing manager di Sameroom.io”.

Nella lista di Autopsy.io figurano anche nomi di aziende di rilievo che nel corso della loro storia hanno collezionato qualche “epic fail”, e una serie infinita di esperienze naufragate miseramente inseguendo la chimera di rientrare nel novero del famigerato Unicorn, l’albo delle start up che hanno superato il valore di un miliardo di dollari.

Fallimenti che hanno fatto la fortuna di Davies e Mazraei e del loro portale che molti definiscono come il “cimitero delle start up”.