Al via la campagna sul web

suolo

Biodiversità a rischio

Cento associazioni ambientaliste in Europa hanno lanciato una campagna sul web per salvare la natura dai propositi di deregulation della Commissione Europea.  Il motivo? Le norme comunitarie che attualmente proteggono animali,  piante e habitat rischiano di essere modificate con effetti che potrebbero essere devastanti per la tutela della biodiversità.

La Commissione Ue, infatti, sta effettuando un’approfondita valutazione delle direttive “Habitat” e “Uccelli”, per verificare se sono coerenti ed efficaci rispetto agli obiettivi di conservazione della biodiversità europea. Un processo che si tiene in un clima ostile alla conservazione della natura e che rischia di cancellare decenni di progresso nella protezione dell’ambiente.

Le direttive “Habitat” e “Uccelli” sono infatti riconosciute come tra le più forti leggi al mondo per la difesa di animali selvatici, piante e habitat dall’estinzione. Grazie a queste normative, l’Europa ha oggi il più grande network al mondo di aree protette: la rete Natura 2000, che copre circa il 20% del territorio europeo e il 4% dei suoi siti marini.

Parte del processo di revisione delle direttive è la consultazione pubblica in cui la Commissione Europea chiede l’opinione dei cittadini.

Ci rivolgiamo ai nostri lettori per chiedere un impegno per far sì che le leggi esistenti vengano fatte rispettare, non siano, in qualche modo, indebolite.

Ecco il link attraverso cui si può aderire: https://www.naturealert.eu/it.

La campagna, attiva fino al 24 luglio 2015, è l’unica opportunità per il pubblico di esprimere il proprio punto di vista durante questa fase di valutazione tecnica.

 

 

Carmine Alboretti