festaSi è tenuta ieri presso l’Abbazia millenaria di Vallombrosa la celebrazione di San Giovanni Gualberto, Patrono dei Forestali d’Italia e fondatore dell’Ordine Monastico Benedettino Vallombrosano.
La cerimonia ha avuto inizio con la Santa Messa, officiata dall’Abate Generale della Congregazione dei Vallombrosani, Padre Don Giuseppe Casetta.
La giornata ha visto riunite le istituzioni preposte al settore forestale ed ambientale: il Corpo forestale dello Stato e le Regioni, la cui collaborazione assicura la salvaguardia e la valorizzazione del patrimonio forestale d’Italia.
Peculiarità della Festa è stata la donazione solenne dell’olio per la lampada votiva del Santo, che viene offerta ogni anno da una diversa Regione d’Italia, quest’anno è toccato alla Puglia.
Alla cerimonia hanno partecipato il Vice Ministro delle politiche agricole alimentari e forestali Andrea Olivero, il Capo del Corpo forestale dello Stato Cesare Patrone, l’Assessore all’agricoltura e foreste della Regione Toscana Marco Remaschi, il nuovo Prefetto di Firenze Alessio Giuffrida, oltre ad autorità civili, militari e religiose delle Regioni Puglia e Toscana.
Nel corso della giornata sono state consegnate, da parte della Fondazione San Giovanni Gualberto, delle borse di studio destinate ad orfani di Forestali ed elargite anche a sostegno di alcune famiglie in difficoltà degli appartenenti al Corpo forestale dello Stato.
Consegnata anche l’effige degli Scudi di San Martino da parte del Presidente dell’Istituto Roberto Lupi al Capo del Corpo Cesare Patrone, che sarà custodita presso la Scuola di Cittaducale del Corpo forestale dello Stato. Gli Scudi di San Martino sono dei riconoscimenti agli operatori delle Forze di polizia che si sono contraddistinti per atti di valore. Alla cerimonia di Vallombrosa ha preso parte una squadra del reparto a cavallo e la Banda del Corpo forestale dello Stato, oltre al Gonfalone del Comune di Firenze.

(foto per gentile concessione dell’Ufficio Stampa del Corpo Forestale dello Stato)