Uno dei tanti progetti per l'edilizia sostenibile

Uno dei tanti progetti per l’edilizia sostenibile

Il mondo dell’edilizia, in Italia è fermo. Gli occupati, e soprattutto i disoccupati, del settore chiedono maggiori tutele al governo e proprio in questi giorni si sono mossi in scioperi e proteste, le tanto attese opere pubbliche, promesse dal Premier Renzi, ancora non sono partite, anzi, ancora non se n’è discusso. Ma la realtà è che oggi, per dare vigore a questo settore, bisogna inventarsi nuove soluzioni e l’unica degna di nota sembra essere l’edilizia sostenibile. Sono sempre di più gli investimenti in prodotti sostenibili e rispettosi per l’ambiente (proprio pochi giorni fa abbiamo parlato della pittura che pulisce l’aria); il mondo dell’edilizia deve riuscire a far dialogare i metodi classici con i nuovi sistemi a ridotto impatto ambientale, che producono un valore aggiunto al lavoro svolto. Il problema del cemento in Italia non è nuovo, quest’anno il WWF ha presentato un report che dipinge una situazione da non sottovalutare, inoltre la tendenza degli italiani è decisamente sbilanciata verso l’edilizia sostenibile, basta guardare le statistiche della Fondazione Univerde.

L’edilizia sostenibile è, quindi, il tema principale dell’incontro che si terrà domani a Milano, alla Galleria Meravigli, dal titolo GEOMETRINEXPO. L’incontro rientra nell’ambito di un ciclo d’incontro, organizzati da EXPO Milano, dal tema: “Sviluppo sostenibile: cultura, ambiente, società. Geometri per la qualità della vita”. Anche altre iniziative sono state organizzate dall’EXPO in questo senso, il workshop “Come cambiano le città: la rivoluzione sostenibile delle cooperative” ne è un esempio. L’obiettivo degli incontri è quello di formare nuove figure professionali nell’ambito dell’edilizia sostenibile, così da mettere in campo conoscenze innovative che possano rilanciare il mercato dell’edilizia. Durante l’incontro saranno discussi i temi principali dell’edilizia sostenibile: strumenti di diagnosi energetica, interventi e risparmi ottenibili, canali di finanziamento, formazione professionale, certificazione delle competenze. A Torino si può ammirare un esempio di vera e riuscita edilizia sostenibile in via Chiabrera. Questi sono decisi segnali, che dimostrano quanto l’ambientalismo stia diventando una pratica non più filantropica ma necessaria per il prosieguo della vita e dell’economia.