Dopo gli avvenimenti che negli ultimi tempi  hanno terrorizzato i giovani partenopei, sembra esserci uno spiraglio di luce per tornare a svagarsi  nelle serate all’aperto.

Tanti sono stati gli episodi di violenza che hanno caratterizzato le notti della Movida napoletana. Tra gli episodi che hanno maggiormente terrorizzato i giovani  quello della notte del 18 novembre scorso, quando alcuni ragazzi di San Giovanni a Teduccio hanno sfidato un gruppo rivale;  fino ad arrivare a venerdì, dove nella centralissima piazza Trieste e Trento è stato gambizzato un giovanissimo.

Negli ultimi tempi, una presenza massiccia delle Forze dell’Ordine, ha consentito ai giovani di riappropriarsi del centro cittadino dove trascorrere  serate serene all’insegna del divertimento in compagnia di amici, non avendo il timore di trovarsi coinvolti in risse tra baby gang. Questo consente anche ai residenti di poter vivere i quartieri della Movida con maggiore tranquillità.105655508-dc732bda-984f-4e6d-83ef-2970b03e03d5

L’augurio è che la calma ritrovata non sia  solo apparente. E’ grande il riconoscimento per l’ottimo lavoro svolto da chi garantisce l’ordine pubblico che mette in campo tante straordinarie risorse.

Mi piacerebbe sapere cosa ne pensano i miei  coetanei , se si sentono più tranquilli e tutelati con un controllo più serrato del territorio, oppure se questa circostanza, viene vista come un limite al divertimento stesso.